Podcast e audiolibri, qualche notizia sul settore e le novità in uscita dal 13 al 19 maggio

Buongiorno! Io sono Andrea Federica de Cesco e questa è Questioni d'orecchio, la mia rubrica settimanale dedicata al mondo dell'audio parlato.
Buona lettura


Qualche notizia sul settore

La scorsa settimana vi avevo parlato del primo premio Pulitzer per il giornalismo audio. Questa volta mi concentrerò su un altro riconoscimento. Pochi giorni fa si è tenuta - in streaming - la cerimonia di premiazione degli Shorty Awards, che da 12 anni celebrano i migliori influencer, brand e organizzazioni sui social media. I partecipanti sono divisi in tre aree, quella degli influencer, quella dei Brand & Organizations e quella del Social Good (per le organizzazioni che si battono «per rendere il mondo un posto migliore»). Tra i numerosi premi assegnati tre sono dedicati ai podcast: c'é quello per il migliore branded podcast, quello per il miglior podcast in assoluto e quello per il miglior podcaster. Il primo è stato vinto da Weird Work, podcast dedicato a coloro che hanno abbandonato il mondo lavorativo tradizionale per perseguire le proprie passioni; nella stessa categoria, Nasa Explorers: Apollo (serie audio commemorativa dei 50 anni della missione spaziale Apollo 11, che portò i primi uomini sulla luna) ha ottenuto il premio del pubblico. Darknet Diaries ha invece vinto il premio come migliore podcast in assoluto: la serie audio approfondisce alcune storie reali sul lato oscuro di Internet. Infine, la 18enne influencer californiana Emma Chamberlain ha vinto il premio come migliore podcaster per il suo podcast Stupid Genius, in cui prova a rispondere ad alcune grandi domande irrisolte.

Spostandoci in Italia, vi segnalo un passaggio di una recente intervista dell'agenzia askanews a Francesco Bono, in cui il content director di Audible Italia spiega come le misure restrittive dovute alla pandemia di coronavirus hanno modificato le nostre abitudini per quanto riguarda il consumo di podcast e audiolibri. «I cambiamenti che abbiamo riscontrato sono di due tipi: nella distribuzione oraria dei consumi e nella tipologia dei contenuti», ha commentato Bono. «Per quanto riguarda la distribuzione oraria se prima in una settimana lavorativa normale la fruizione dei contenuti di Audible aveva dei picchi dalle 6 alle 9 e dalle 16 alle 19, che corrispondono alle fasce del commuting, adesso la linea si è appiattita, o meglio ingobbita. Nel senso che i due picchi del commuting sono diventati più bassi, ma l’ascolto tra le 9 e le 16 è salito perché c’è più gente in casa che ascolta». Inoltre secondo quanto riferisce il content director di Audible molti utilizzano i contenuti della piattaforma anche in casa cucinando, pulendo, facendo giardinaggio: «C’è stato uno shift, un movimento dall’ascolto in mobilità all’ascolto casalingo e questo ha portato a un leggero cambiamento dei generi. Abbiamo visto che i contenuti legati al business e al mondo del lavoro sono scesi leggermente, sono invece saliti i contenuti di intrattenimento, quelli a tema scientifico o a tema storico, in tanti ascoltano contenuti per imparare qualcosa di più sugli aspetti medico-scientifici in questa situazione. E poi sono saliti tantissimo gli ascolti di contenuti per bambini e questo vuol dire che siamo un ottimo strumento per i genitori a casa».

Podcast, le novità in uscita

Passando ai nuovi podcast in uscita in Italia, venerdì 15 maggio arriva su Storytel La volpe scapigliata, il primo podcast di Mario Calabresi. Nella serie audio in quattro puntate, prodotta da Storytel Original, l'ex direttore de La Stampa e de la Repubblica indaga il caso di Andrea Rocchelli, il giovane fotoreporter pavese ucciso sul fronte del Donbass, in Ucraina, il 24 maggio 2014. Andrea, per tutti Andy, aveva trent'anni, un talento immenso e un'idea chiara di cosa sia il giornalismo: il dovere di testimoniare e di raccontare le persone. Così lo descrivono i genitori, Elisa e Rino, e due suoi colleghi del collettivo fotografico Cesura Lab. Andy si muoveva in modo autonomo, dicono, lontano dalla prima linea, per osservare la stessa cosa degli altri da un punto di vista alternativo, diverso, più vero. È quello che ha fatto anche in Ucraina, fino all'ultimo. Andy era sul fronte più caldo, a Sloviansk: nel giorno in cui il figlio Nico compiva tre anni, lui faceva i suoi ultimi scatti.

Domenica 17 maggio sulle varie app gratuite esce un nuovo episodio di Morgana, il podcast di Michela Murgia - scritto con Chiara Tagliaferri e prodotto da storielibere.fm - che narra le storie di donne fuori dagli schemi. La protagonista di questa puntata è Jean Rhys, pseudonimo di Ella Gwendolen Rees Williams, scrittrice britannica di origini caraibiche che conobbe il successo solo a 76 anni, nel 1966, quando fu pubblicato il suo romanzo Il gran mare dei Sargassi, geniale prequel di Jane Eyre di Charlotte Bronte. Il gran mare dei Sargassi diventò un libro di denuncia e un testo fondamentale per la letteratura e per il femminismo. Ciò nonostante Jean Rhys non lo avesse scritto per fare la rivoluzione letteraria o quella ideologica, ma perché quella era la sua storia e dare voce alla protagonista era il modo più forte per restituirla anche a se stessa.

Lunedì 18 maggio sbarca su Audible La prova, podcast in sei episodi scritto da Lorenzo Paletti e narrato da Massimo Polidoro. La serie audio racconta la vicenda della cosiddetta Autopsia Alinea di Ray Santilli. Nel 1995 le televisioni di tutto il mondo mandano in onda un reperto video sconvolgente: le immagini di un’autopsia realizzata sul corpo di un extraterrestre caduto sulla Terra nel 1947. Il video è stato pubblicato da Ray Santilli, uno sconosciuto produttore discografico londinese. La sua Autopsia Aliena diventa un caso internazionale. Medici, esperti di cinematografia, militari e appassionati studiano quella ripresa fotogramma per fotogramma nel tentativo di capire se è reale, se risale davvero al 1947 e se quello steso su quel lattino è davvero un alieno.

Audiolibri, i nuovi titoli

Per quanto riguarda gli audiolibri, mercoledì 13 maggio esce su Audible quello di Meno dodici, scritto da Pierdante Piccioni con il giornalista Pierangelo Sapegno ed edito da Mondadori nel 2016. Nel libro, che ha ispirato la serie tv Doc - Nelle tue mani (su Rai 1 e su RaiPlay), Pierdante Piccioni racconta la propria incredibile storia. Il 31 maggio 2013 il primario dell’ospedale di Lodi andò in coma in seguito a un incidente. Poche ore dopo, al proprio risveglio, era convinto che fosse il 25 ottobre 2001. A causa di una lesione cerebrale, dodici anni della sua vita erano stati inghiottiti in un buco nero. All’improvviso si sentiva un alieno, incapace di riconoscere la propria vita e addirittura se stesso nel volto invecchiato che gli restituiva lo specchio. Attorno a lui tutto era cambiato: i figli non erano più dei bambini di otto e undici anni, ma due adulti, con la barba e gli esami all’università, e la moglie gli sembrava un’altra donna, con le rughe e i capelli di diverso colore. La voce dell’audiolibro, edito da Mondadori, è quella dell’attore e speaker Alessio Mizzan.

Martedì 19 su Audible arriva anche la versione audio di La tentazione di essere felici, romanzo di Lorenzo Marone pubblicato da Longanesi nel 2015 che ha ispirato l’omonimo film di Gianni Amelio. La storia, ambientata a Napoli, ha come protagonista Cesare Annunziata, un uomo che ha deciso di fregarsene degli altri e dei molti sogni a cui ha chiuso la porta in faccia. Il 77enne, vedovo e con due figli, trascorre la vita tra un bicchiere di vino con Marino, il vecchietto nevrotico del secondo piano, le poche chiacchiere scambiate malvolentieri con Eleonora, la gattara del condominio, e i guizzi di passione carnale con Rossana, la matura infermiera che arrotonda le entrate con attenzioni a pagamento per i vedovi del quartiere. Ma un giorno, nel condominio, arriva la giovane ed enigmatica Emma, sposata a un losco individuo che così poco le somiglia. Cesare capisce subito che in quella coppia c’è qualcosa che non va, e non vorrebbe certo impicciarsi, se non fosse per la muta richiesta d’aiuto negli occhi tristi di Emma. Edito da Salani, l’audiolibro è letto dall’attore, regista e doppiatore Edoardo Siravo.

Sempre il 19 su Storytel approda la versione audio di Dai tuoi occhi solamente, il romanzo di Francesca Diotallevi sulla vita di Vivian Maier, la tata fotografa (Neri Pozza, 2018). Siamo a New York, nel 1954: dopo avere risposto a un’inserzione sul New York Herald Tribune Vivian ottiene lavoro come babysitter. Sola nella camera che le è stata assegnata, la 28enne scosta le tende dalla finestra, estrae dalla borsa la sua Rolleiflex e cerca la giusta inquadratura per catturare il proprio riflesso che appare contro l’oscurità del vetro. È il solo gesto con cui la giovane donna - che nell’infanzia ha spesso subito la rabbia dei gesti di sua madre Marie o di suo fratello Karl - trova il suo vero posto nel mondo: stringere al ventre la sua macchina fotografica e rubare gli istanti, i luoghi e le storie che le persone non sanno di vivere. L’audiolibro, edito da Storyside, è narrato dalla doppiatrice, speaker e attrice Lorella De Luca.

A settimana prossima!